Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.3° Ed. .
DRAGO
Voce completa

vol.2 pag.580


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
DRAGO.
Definiz: Dragone.
Esempio: Dant. Purg. 32. Poi parve a me, che la terra s'aprisse Tra 'mbo le ruote, e vidi uscirne un drago.
Esempio: Petr. Cap. 10. Urtar, come Leoni, e come draghi, Colle code avvinghiarsi.
Esempio: Dan. Inf. 25. per la rima, disse Draco. Sopra le spalle dietro dalla coppa, Coll'ale aperte gli giaceva un draco.
Esempio: Boc. Vit. Dant. Nella scrittura, di Cristo, ora esser leone, ed ora agnello, ed ora drago, e quando drago, e quando pietra, ec.
Esempio: Bern. Orl. 3. 6. Bradamante per questo non si perse, Ma riscaldata a guisa d'una draga A Martasin d'un colpo, ec.
Definiz: §. Per simil.
Esempio: Lab. n. 176. La qual molto più dirittamente drago potrei chiamare.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0