Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
FIORINO
Voce completa

vol.2 pag.470-471


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
Omografo 1
Omografo 2
FIORINO.
Definiz: Moneta d'oro battuta nella città di Firenze; e così detta dal giglio fiore, impresa di detta città, impressovi dentro. Lat. nummus aureus.
Esempio: Cr. 5. 11. 2. E quando della sua corteccia (dell'alloro) o delle granella si bee il peso d'un fiorino, rompe la pietra, e uccide il feto.
Esempio: G. V. 6. 54. 1. I mercatanti di Firenze ec. promisero di fornire la moneta d'oro, che prima si batteva la moneta d'ariento di dodici danari l'uno; ed allora si cominciò a battere la buona moneta del fine oro di ventiquattro carati, e chiamossi fiorino d'oro, e contavasi l'uno soldi venti. E ciò fu al tempo del detto messer Filippo degli Ugoni di Brescia del mese di Novembre gli anni di Cristo 1252. de' quali fiorini gli otto pesavano un'oncia, e dall'uno lato era la 'mpronta del giglio, e dall'altro il san Giovanni.
Esempio: E G. V.12. 72. 3. Innanzi che fosse l'altra ricolta, o calendi di Maggio 1347. montò a fiorino uno d'oro lo staio.
Esempio: Bocc. nov. 53. 4. Compose di dovergli dare cinquecento fiorin d'oro.
Esempio: E Bocc.nov. 60. 10. Aveva de' fiorini più di millantanove.
Esempio: Dant. Inf. 30. Ei m'indussero a battere fiorini, Ch'avevan tre carati di mondiglia.
Esempio: Tac. Dav. Post. 429. Nummo d'oro pesava una dramma d'oro fine, come il nostro fiorino gigliato.
Esempio: E Tac. Dav. Post. appresso: Ora essendo quel nummo d'oro il medesimo, che il nostro fiorino, cioè una dramma, ovvero un ottavo d'oncia d'oro obrizo, cioè fine, e senza mondiglia, che vale il presente anno 1599. in Firenze lire dieci, quel denario Romano ci viene a valere oggi una lira.
Esempio: Cron. Morell. 295. Noi tornammo di fiorini 80. che noi avevamo di prestanza, in fiorini 28. d'oro, e di quelli rimanemmo gravati; fu nella prima ventina, e per quello gonfalone Piero di Iacopo Baroncelli, ragunaronsi alla Parte, e questa tenemmo essere rimasi di meno di fiorini 28.
Definiz: §. Fiorino, fu eziandío moneta Fiorentina d'argento, e ne furono diverse sorte di varj pesi, e prezzi. Diversità, che pur si trova dagli studiosi dell'antiche memorie anche nel fiorino dell'oro.
Esempio: G. V. 5. 10. 1. Imperocchè allora correa una moneta d'argento in Firenze, che si chiamavano fiorini di danari dodici l'uno.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0