Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
SBALESTRATO
Voce completa

vol.4 pag.334


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Giunte 4 ° Ed.
SBALESTRATO.
Definiz: Add. da Sbalestrare.
Esempio: Salvin. disc. 2. 157. Quante folle entrarono mai in capo a alcune bestie coronate degl'Imperadori Romani, e d'altri Monarchi, che vedendosi dalla fortuna sbalestrati al trono, cominciarono a patire vertigini s stravaganti, che non si rinvennero pi d'essere uomini (qu per metaf.)
Definiz: . I. Occhi sbalestrati, vale Mossi senza ordine, e senza modo. Lat. errans, circumvagans. Gr. πλανώμενος.
Esempio: Cosc. S. Bern. Non attendo al sentimento de' salmi, ma colla mente vagabonda, e coll'abito dissoluto, e cogli occhi sbalestrati ragguardo in qu, e 'n l; veggio, e sottilmente ragguardo ci, che quivi si fa.
Definiz: . II. Sbalestrato, si dice anche Colui, che fa le cose sbalestratamente. Lat. inconditus, incompositus, inconsultus. Gr. ἀσύντακτος, ἄσκεπτος, ἄβουλος.
Esempio: Buon. Fier. 2. 2. 5. A te, che se' di guardia, fa mestieri D'assistere alla porta, Balestro mio, che cos sbalestrato T'avventi qu.
Esempio: E Buon. Fier. 3. 5. 3. Ma sbalestrato Tu avevi gi corso una giornata, Quand'ei 'l fin di dire.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0