Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
ZAVORRA
Voce completa

vol.5 pag.356


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
ZAVORRA.
Definiz: Ghiaia mescolata con rena, che si mette nella sentina della nave, acciocchè stia pari, e non barcolli. Lat. saburra. Gr. ἕρμα.
Esempio: Ruc. Ap. 235. Come se fosser navi in mezzo l'onde, Che 'l peso ferme tien della zavorra.
Esempio: Lor. Med. canz. Le cose preziose, e la zavorra.
Esempio: Red. esp. nat. 66. Le gru ec. inghiottono queste pietre, le quali servon loro e per cibo, e per zavorra contro l'impeto de' venti.
Esempio: E annot. Ditir. 203. Prendendo la metafora dalla zavorra, con cui si caricano le navi.
Definiz: §. Per similit. per Bolgia di terreno arenoso, e sterile, quasi Renaio, il disse
Esempio: Dant. Inf. 25. Così vid'io la settima zavorra.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0