Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.3° Ed. .
UNGHIA
Voce completa

vol.3 pag.1801


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
UNGHIA.
Definiz: Ossicello vegetabile, che è nell'estremità delle dita degli animali. Lat. unguis.
Esempio: Boc. Nov. 62. 6. Tanto che la carne mi s'è spiccata dall'unghia.
Esempio: E Bocc. num. 11. Ch'io non ne posso spiccar coll'unghie.
Esempio: Petr. Son. 85. Rodesi dentro, e l'unghie, e i denti indura.
Esempio: Dan. Inf. 9. Con l'unghie si fendea ciascuna il petto.
Esempio: E Dan. Inf. Cant. 17. Quale è colui, ch'ha sì presso il riprezzo Della quartana, che ha già l'unghia smorte.
Esempio: Cr. 9. 50. 1. Resta a dire della infermità dell'unghia, e de' piedi.
Esempio: E Cr. num. 2. Intra 'l vivo, e 'l morto dell'unghia.
Esempio: Alam. Colt. Sian larghissimi i fianchi, e magro il piede, Sia brevissima l'unghia
Esempio: E Gir. 14. 212. Che una non gli uscirà dell'unghie viva.
Esempio: Dav. Colt. Al tralcio, che allungar vuoi, fa una tagliatura a unghia di cavallo, ec. [alla qual tagliatura diciamo aunghiatura.
Esempio: Lo stesso. Dav. Colt. L'aughiature sieno l'una all'altra contrarie, o capovolte.
Definiz: E il fare aunghiatura: si dice Aunghiare.]
Definiz: §. Unghia: l'Estremità delle foglie delle rose, o viole, per similit. dell'unghia umana.
Esempio: Ricett. Fior. In oltre da alcuni fiori, si leva qualche parte della foglia, come delle rose quella parte, la quale sta appiccata alla sua boccia, che si chiama unghia. Quando si trova nelle ricette rose, trattone l'unghia, s'intende, che sia levata via tal parte.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0