Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
MAMMA
Voce completa

vol.3 pag.137


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
MAMMA.
Definiz: Voce fanciullesca, e vale Madre. Lat. mamma. Gr. μάμμη.
Esempio: Dant. Inf. 32. Che non è 'mpresa da pigliare a gabbo Descriver fondo a tutto l'universo, Nè da lingua, che chiami mamma, o babbo.
Esempio: E Dan. Par. 14. Forse non pur per lor, ma per le mamme, Per li padri, e per gli altri, che fur cari.
Esempio: E Dan. Par. 23. E come fantolin, che 'n ver la mamma Tende le braccia ec.
Esempio: Dittam. 1. 7. Allor come figliuolo, alla sua mamma Con riverenza parli ec.
Esempio: M. Aldobr. P. N. 74. Siccome è a dire, mamma, pappo, babbo, bombo.
Definiz: §. I. Figuratam.
Esempio: Dant. Purg. 21. Dell'Eneida dico, la qual mamma Fummi, e fummi nutrice poetando.
Esempio: Pallad. Febbr. 9. Incontanente si pongano (i magliuoli) che sono levati dalla mamma.
Definiz: §. II. Mamma, per Mammella, Poppa. Lat. mamma. Gr. μαζός.
Esempio: Petr. cap. 5. Non ebbe mai di vero valor dramma Camilla, e l'altre andar use in battaglia Colla sinistra sola intera mamma.
Definiz: §. III. Mamma del vino, per Fondigliuolo,
v. MADRE §. IV.
Esempio: M. Aldobr. P. N. 108. Non dovete credere, che per lo pigiare, o per la mamma abbia perciò (il vino nuovo) maggior colore, che 'l vecchio.
Esempio: Dav. Colt. 164. Fornito che ha di bollire ec. non lo tramutare, perchè, levatogli quella mamma, indebolisce.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0