Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
LEGA
Voce completa

vol.3 pag.38


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
Omografo 1
Omografo 2
LEGA.
Definiz: Compagnía, e Unione fermata con patto solenne tra Principi, o tra Repubbliche a difender se, e offendere altri. Lat. foedus. Gr. συνθήκη, σπονδή.
Esempio: G. V. 1. 14. 1. Fecero lega, e congiura di distruggere Troia.
Esempio: M. V. 3. 94. Fermarono compagnía, e lega tra loro, e taglia di 4000. cavalieri.
Esempio: Tass. Ger. 2. 76. O non potranno poi le nostre genti, E le Perse, e le Turche unite in lega Così potente armata in un raccorre.
Definiz: §. I. Essere a una lega, vale Essere in concordia, Esser d'accordo.
Esempio: Stor. Pist. 165. Li quali tutti erano a una lega di volere la moneta da loro.
Definiz: §. II. Per similit.
Esempio: Dant. Par. 2. Virtù diversa fa diversa lega.
Esempio: But. ivi: Diversa lega, cioè diversa colligazione ad operare diversamente.
Definiz: §. III. Per Nome d'ordine di gente d'arme nel contado.
Esempio: G. V. 6. 40. 5. E come s'ordinò il popolo in Firenze a gonfaloni, così ordinò in contado a tutti i pivieri a ciascuno il suo, ch'erano 96. e ordinaronsi a leghe, acciocchè l'una atasse l'altra, e venissero a cittade, e in oste, quando abbisognasse.
Esempio: E G. V. 8. 1. 4. Simile ordine di gente d'arme si ordinò in contado, e distretto, che si chiamavano le leghe del popolo.
Esempio: M. V. 1. 72. Feciono cavalcare le masnade de' cavalieri soldati del comune con alquanti cittadini, e pedoni delle leghe del contado.
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 280. E sebbene quando si divise la città nostra a gonfaloni, si divise ancora il contado a leghe, non hanno che fare quelle del contado con queste della città, nè dependono da loro, o si mescolano in cosa alcuna.
Definiz: §. IV. Per Qualità, ed è proprio de' metalli. Lat. metalli qualitas, nota, gradus, perfectio.
Esempio: G. V. 9. 170. 1.Fece fare in Avignone una moneta d'oro nuova del peso, e lega, e conio del fiorino di Firenze.
Esempio: Dant. Par. 24. Assai bene è trascorsa D'esta moneta già la lega, e 'l peso.
Esempio: Buon. Fier. 5. 3. 8. Le monete al peso Ridotte, ed alla lega In virtù d'un gran bando.
Definiz: §. V. Per metaf.
Esempio: Car. lett. Io l'ebbi per poeta di qualche lega, ma non di coppella.
Definiz: §. VI. Per Numero di miglia. Lat. *leuca, miliare.
Esempio: Dant. Purg. 15. Ma se' venuto più, che mezza lega, Velando gli occhi.
Esempio: But. ivi: Lega è misura, che è per quattro miglia.
Esempio: G. V. 11. 84. 3. Puosonsi al monte san Martino, presso a san Quentino a due leghe.
Esempio: Serd. stor. 1. 7. Ciascuna lega contiene in se circa quattro miglia.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0