Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
FENICE
Voce completa

vol.2 pag.429


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
FENICE.
Definiz: Uccello favoloso. Lat. phoenix. Gr. φοῖνιξ.
Esempio: Tes. Br. 5. 26. Fenice è un uccello, il quale è in Arabia, e non ne è più in altro mondo, ed è di grandezza d'aquila.
Esempio: Franc. Sacch. Op. div. 91. Fenice è un uccello, che vive trecentoquindici anni, e quando si vede invecchiare, sicchè la natura manchi, sì toglie certe legne odorifere secche, e fanne uno nido, e poi v'entra entro, ec.
Esempio: Dant. Inf. 24. Così per li gran savj si confessa, Che la fenice muore, e poi rinasce.
Esempio: Lab. 157. Le simili (femmine) a quelle, che dette abbiamo, sono più rade, che le fenici.
Esempio: Petr. son. 280. È questo il nido, in che la mia fenice Mise l'aurate, e le purpuree penne?
Esempio: But. Inf. 24. 2. Di quel cenere per lo caldo del sole rinasce l'altro nuovo fenice.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0