Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
FANTE
Voce completa

vol.2 pag.346-347


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Giunte 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
Omografo 1
Omografo 2
Omografo 3
FANTE.
Definiz: Servidore, Garzone. Lat. famulus, servus.
Esempio: Bocc. nov. 1. 11. Al quale i due fratelli fecero prestamente venire medici, e fanti, che 'l servissero.
Esempio: E Bocc. nov. 18. 18. Con un cavaliere d'un conte paesano per fante si pose.
Esempio: Teseid. 4. 23. Doloroso più che altro, e tristo Arcita, Se' fatto fante, la dove solea Esser tua casa di servi fornita.
Esempio: Guid. G. Uno fante, quasi volando con romorosi rapportamenti assalío gli orecchi di Menelao con molto sgomentamento.
Esempio: Tesorett. Br. E trovai quattro fanti, che andavan trabattendo.
Esempio: Cron. Morell. Non tenga fante maschio, nè cavallo, se già non fosse fattore da villa.
Esempio: Bemb. Asol. 3. Ad esso gli elementi tutti, e tutti i cieli servono, e sono della sua Maestà fanti.
Esempio: Malm. 1. 75. E di soppiatto, come fante lesto ec.
Definiz: §. I. In genere femminino, non si piglia se non per Serva. Lat. ancilla, famula.
Esempio: Amet. 51. Andante ella intorneata di molte fanti piacque agli occhi del padre mio.
Esempio: Bocc. nov. 45. 4. Aveva Giacomino in casa una fante attempata.
Esempio: E Bocc. nov. 60. 9. Era più vago di stare in cucina, che sopra i verdi rami l'usignolo, e massimamente se fante vi sentiva niuna.
Esempio: Dant. Inf. 18. Sicchè la faccia ben con gli occhi attinghe Di quella sozza scapigliata fante.
Esempio: Boez. Varch. 2. 2. Elleno, essendo mie fanti, riconoscono me per lor donna.
Definiz: §. II. Per Fanciullo semplicemente, o Persona, e creatura umana, quntunque adulta. Lat. homo.
Esempio: Bocc. nov. 15. 6. E parendogli essere un bel fante della persona, s'avvisò questa dovere essere di lui innamorata.
Esempio: Dant. Purg. 11. E fallo in Campagnatico ogni fante.
Esempio: E Dan. Purg. 25. Ma come d'animal divenga fante, Non vedi tu ancor?
Esempio: Albert. cap. 21. Sozza cosa è avere autorità de' vecchi, e i vizi delli fanciulli; che i vecchi non fanno l'opere de' fanti per l'etade, ma per vizio.
Esempio: Tesorett. Br. Ahi uom, perchè ti vante Vecchio, mezzano, e fante?
Definiz: §. III. Per Soldato a piè. Lat. pedes. Gr. πεζός.
Esempio: G. V. 7. 109. 1. Mandando 500. fanti Ghibellini del contado di Firenze.
Esempio: Bocc. nov. 43. 5. Si videro vicini ad un castelletto, del quale, essendo stati veduti, subitamente uscirono da dodici fanti.
Definiz: §. IV. Far fanti, e Invitar fanti, vagliono Adunar fanti ne' bisogni di guerra. Lat. peditum delectum habere.
Esempio: Din. Comp. 1. 25. Il detto messer Simone invitò più suoi amici, e fanti forestieri.
Esempio: Bemb. stor. 2. 17. Attendeva a far cavalli, e fanti nella Calabria.
Definiz: §. VI. Per termine di giuochi, che per lo più è sempre una figura minore.
Esempio: Varch. giuoc. Pitt. Tieni a mente per il giuoco di Pittagora, che i maggiori si chiamano capi, o guide; i minori, che sono contenuti, chiamano compagni, o fanti.
Esempio: E Varch. giuoc. Pitt. appresso: Il primo numero maggiore, il quale è quello, che contiene, si chiama capo, o guida, e il primo minore, il quale è quello, che è contenuto, si chiama compagno, o fante.
Definiz: §. VI. Dicesi in modo proverb. Scherza co' fanti, e lascia stare i santi; ed anche Scherza co' fanti, e non co' santi; e vagliono, che Non si debbe mescolare le cose sagre con le profane. Lat. noli miscere sacra profanis.
Esempio: Varch. Suoc. 3. 6. Scherza co' fanti, Pistoia, e non co' santi.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0