Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
COSTURA
Voce completa

vol.1 pag.849


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
COSTURA.
Definiz: Cucitura, che fa costola. Lat. consutura. Gr. ῥαφή.
Esempio: Vit. Plut. Com'egli s'ornava di roba, che ciascuna costura avea fregi d'oro fino.
Definiz: §.I. Per similit.
Esempio: Dant. Purg. 13. Dall'altra parte m'eran le devote Ombre, che per l'orribile costura Premevan sì, che bagnavan le gote.
Definiz: §. II. Ritrovar le costure, Ragguagliar le costure, Spianar le costure, e simili, vagliono Bastonare; tolta la metaf. da i sarti, che dopo cucita la costura, la picchiano per ispianare il rilevato di essa. Lat. plagas infligere. Gr.
Definiz: πληγὰς ἐπιβάλλειν.
Esempio: Bocc. nov. 89. 14. Or per lo costato, or per l'anche, ed ora su per le spalle battendola forte, le andava le costure ritrovando.
Esempio: Morg. 19. 40. Beltramo addosso a Margutte si getta, E col baston le costure gli assetta.
Esempio: E Morg. st. 53. Per modo le costure m'ha trovate, Ch'e' non sarebbe cattivo sartore, E m'ha tutte le reni fracassate.
Esempio: E Morg. 99. Forse Margutte tu mi crederai, S'un tratto le costure ti ragguaglio.
Esempio: Bern. rim. Ogni costura, ogni buco ritrova.
Definiz: §. III. Costura, dicesi anche quella Lista fatta di maglie a rovescio, che è nella parte diretana della calza.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0