Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
BOTOLO
Voce completa

vol.1 pag.456


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
BOTOLO.
Definiz: Spezie di can piccolo, e vile. Lat. catulus, catellus. Gr. κυνίδιον.
Esempio: Franc. Sacch. nov. 108. Avea il detto Messer Guiglielmo un catello quasi tra botolo, e bracchetto, e mai non si partiva da lui.
Esempio: Bocc. g. 7. f. 2. E se non fosse, ch'io non voglio mostrare d'esser di schiatta di can botolo ec. io direi ec.
Esempio: Dant. Purg. 14. Botoli truova poi venendo giuso, Ringhiosi più, che non chiede lor possa.
Esempio: Segr. Fior. Art. Guerr. Colle grida, e con romori faranno un grande assalto, senza appressarsi altrimenti, a guisa di cani botoli intorno a un mastino.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0