Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
BAVA
Voce completa

vol.1 pag.403


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
BAVA.
Definiz: Umor viscoso, che esce per se medesimo, come schiuma dalla bocca degli animali. Lat. salivarius lentor. Gr. ἀφρὸς τοῦ στόματος.
Esempio: Dant. Inf. 34. E per tre menti Gocciava pianto, e sanguinosa bava.
Esempio: Franc. Sacch. nov. 185. Dogli del miglior vino, ch'io ho, ed egli mi ha dato della bava sua.
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 12. E poi cadesti, Posti i fianchi a gran risico Sul guazzo della bava Della mula del fisico.
Esempio: Malm. 7. 85. Per la stizza non può formar parola, Si sgraffia, batte i denti, e fa la bava.
Definiz: §. Bava si dice a quella Seta, che, per non aver nerbo, non può filarsi, e però si straccia.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0