Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
ARGENTO
Voce completa

vol.1 pag.255


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Lemm. 5 ° Ed.
ARGENTO.
Definiz: Metallo noto. Lat. argentum. Gr. ἀργύρος, ἀργύριον.
Esempio: Bocc. nov. 39. 7. E quando a tavola sarò, me la manda in una scodella d'argento.
Esempio: Dant. Inf. 14. La sua testa è di fino oro formata, E puro argento son le braccia, e' l petto.
Esempio: Sen. ben. Varch. 6. 5. Perciocchè noi usiamo dire d'aver pagato il debito, ancora che avendo noi ricevuto argento, paghiamo oro.
Definiz: Per similit.
Esempio: G. V. 6. 47. 3. Egli portò il campo d'argento, e l'aguglia nera.
Esempio: Petr. son. 11. E i capei d'oro fin, farsi d'argento.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0