Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
RIDDA
Voce completa

vol.4 pag.151


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
RIDDA.
Definiz: Ballo di molte persone fatto in giro, e accompagnato dal canto; che anche diciamo Rigoletto, Ballo tondo, e Riddone. Lat. chorea, restis. Gr. χορεία.
Esempio: Gell. lett. 3. 8. Ridda, ovvero riddone si chiamava a que' tempi, e si chiama ancor oggi in alcuni luoghi del nostro contado quella sorta di ballo tondo, nel quale le persone, presesi per la mano l'una l'altra, vanno aggirandosi, e cantando; ed è detto così da quel ridursi insieme tali persone, il che si chiama ancor oggi volgarmente fare ridotto.
Esempio: Bocc. nov. 72. 4. Era quella, che meglio sapeva sonare il cembalo ec. e menar la ridda, ed il ballonchio, quando bisogno faceva.
Esempio: Dittam. 4. 5. A volte, come l'uom la ridda guida, Passando se ne vien per Macedonia.
Esempio: Maestruzz. 2. 7. 14. Peccano mortalmente coloro, che menano il ballo, o la ridda non licita?

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0