Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
omografo. 1
PARTE
Voce completa

vol.3 pag.499-501


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Omografo 1
Omografo 2
Dizion. 2 ° Ed.
Omografo 1
Omografo 2
Dizion. 3 ° Ed.
Omografo 1
Omografo 2
Dizion. 4 ° Ed.
Omografo 1
Omografo 2
PARTE.
Definiz: Quello, di che è composto il tutto, e nel quale il tutto si può dividere. Lat. pars, portio. Gr. μέρος, μερίς.
Esempio: Bocc. nov. 1. 10. Io intendo ec. di donarti quella parte di ciò, che tu riscoterai, che convenevole sia.
Esempio: Dant. Purg. 26. Come gru, ch'alle montagne Rife Volasser parte, e parte in ver l'arene.
Esempio: Petr. son. 56. E come vero prigioniero afflitto Delle catene mie gran parte porto.
Esempio: E Petr. cap. 1. D'intorno innumerabili mortali Parte presi in battaglia, e parte uccisi, Parte feriti da pungenti strali.
Esempio: Ovvid. Pist. 17. Così, come io mi parto quinci tuo marito, così sempre tuo marito saróe, e quella parte di noi, la quale si cela nel tuo ventre, piaccia alli Iddii, che viva.
Esempio: E Ovvid. Pist. 22. E così rimarráe una parte di te rinchiusa dentro del nostro corpo.
Esempio: Cas. lett. 36. Sia contenta di perdonarmi, e d'incolpar di ciò le podagre, o chiragre, che par mi percuotino più volentieri le dita, che scrivono, che alcun'altra parte.
Definiz: §. I. Parti vergognose, si dicono i Membri destinati alla generazione.
Esempio: Serd. stor. 1. 50. Combattono ignudi, solamente coperti con un velo le parti vergognose.
Esempio: Fir. As. 258. Non avevano altro in dosso, che un poco di panno, che copriva loro le parti vergognose.
Definiz: §. II. Per Lato, Banda. Lat. latus, pars. Gr. μέρος.
Esempio: Bocc. introd. 38. E quì d'altra parte, se io ben veggio, non abbandoniam persona.
Esempio: Dant. Purg. 2. Poi d'ogni parte ad esso m'apparío Un non sapea che bianco.
Esempio: Petr. son. 55. Questi son que' begli occhi, che l'imprese Del mio signor vittoriose In ogni parte, e più sovra 'l mio fianco.
Definiz: §. III. Per Luogo, o Regione. Lat. locus, regio. Gr. χώρα.
Esempio: Bocc. introd. 3. Se io potuto avessi onestamente per altra parte menarvi a quello, che desidero, che per così aspro sentiero, come fia questo, io l'avrei volentier fatto.
Esempio: E Bocc. 4. Alquanti anni davanti nelle parti orientali incominciata.
Esempio: Dant. Purg. 1. E per essere in parte, Ove adorezza, poco si dirada.
Esempio: E Dan. Purg. 8. Se novella vera Di Valdimagra, o di parte vicina Sai, dilla a me, che gà grande là era.
Esempio: Com. Par. 1. Ed è proprio penetrare, quando si passa di parte in parte.
Esempio: Red. lett. 2. 33. Discorrendosi alla tavola ec. de' popoli Longobardi, e da qual parte del mondo erano venuti in Italia, ec.
Definiz: §. IV. Per Fazione, o Setta. Lat. partes, factio. Gr. στάσις.
Esempio: Bocc. nov. 96. 5. Pensò, che, perciocchè di parte avversa alla sua era il cavaliere, più familiarmente con lui si volesse fare.
Esempio: G. V. 4. 22. 2. Per la venuta del detto Arrigo Imperadore si cominciò a divider tutta l'Italia a parte di Chiesa, e d'Imperio.
Esempio: E G. V. 12. 13. 4. E ben disse il propio messer Farinata l'antico degli Uberti; dimandato, che cosa era parte, cavallerescamente in brieve rispuose: volere, e disvolere per oltraggi, e grazie ricevute.
Esempio: E G. V. cap. 46. 9. Perocchè 'l Papa era troppo parte in sostenere le ragioni del Re di Francia più, che quelle del Re d'Inghilterra (cioè: parziale)
Esempio: Dant. Par. 6. L'uno al pubblico segno i gigli gialli Oppone, e l'altro appropria quello a parte.
Esempio: E Dan. Par. 9. Che donerà questo prete cortese, Per mostrarsi di parte.
Esempio: Fr. Iac. T. 2. 9. 4. Per poter signoreggiare Tratta giure nella terra, E le parti ci fa fare, Donde nasce molta guerra.
Definiz: §. V. Parte, diciamo anche a Qual s'è l'uno de' due litiganti, combattenti, o simili.
Esempio: Bocc. nov. 13. 19. Insieme abbracciatisi, con gran piacere di ciascuna delle parti, quanto di quella notte restava si sollazzarono (quì per similit.)
Esempio: E Bocc. nov. 34. 12. E lungamente con danno di ciascuna delle parti in tal guisa combatterono.
Definiz: §. VI. Onde in proverb. Odi l'altra parte, e credi poco; e anche assolutamente Odi l'altra parte; e vale, che Prima di sentenziare si dee ascoltare le ragioni d'ambedue le parti, e non creder loro finchè non abbiano ben giustificate le loro asserzioni.
Esempio: Petr. canz. 48. 6. Il mio avversario con agre rampogne Comincia: o donna, intendi l'altra parte.
Definiz: §. VII. E quell'altro: Esser giudice, e parte; che vale Esser giudice in causa propria; e si dice per dimostrare la sconvenevolezza di chi arbitrariamente s'arroga ciò, che da altri gli dovria esser dato.
Esempio: Alleg. 239. Nè Venere di camera si parte, Perch'esser non si può giudice, e parte.
Definiz: §. VIII. Parte, si dice anche di Costume buono, o reo, come Egli ha una cattiva parte, cioè un mendo, un vizio.
Esempio: Red. lett. 2. 252. So, che questo signore ha tutte le parti più ragguardevoli, che si debbon considerare in un giovane di grandissima espettazione.
Definiz: §. IX. Da parte, o Per parte d'alcuno, vale In nome, Per ordine, Per commissione. Lat. nomine, verbis. Gr. ἐξ ὀνόματος.
Esempio: Bocc. introd. 45. Con lieto viso salutatigli, loro la loro disposizione fe manifesta, e pregógli per parte di tutte, che ec.
Esempio: Cas. lett. 5. Sire, io mando a V. M. il sig. Annibale Rucellai, perchè le faccia reverenza da mia parte.
Esempio: Red. lett. 2. 241. V. sig. gli dica da parte mia, che se non si fa forza, diventerà ipocondriaco.
Definiz: §. X. Dalla parte mia, tua ec. vale Dal canto mio ec. Per quanto appartiene a me ec. Lat. quo ad me pertinet. Gr. ὄσονγε εἰς ἐμέ .
Esempio: Bocc. nov. 33. 10. Disse loro, che dalla parte delle lor donne l'opera era messa in assetto.
Esempio: E Bocc. nov. 71. 4. Egli era dalla sua parte presto a dover far ciò, che ella gli comandasse.
Esempio: Cas. lett. 15. Perchè noi dalla parte nostra saremo sempre e pronti, e presti.
Definiz: §. XI. In buona parte, In gran parte, o simili, vagliono In quantità, Per lo più, Molto.
Esempio: Bocc. g. 1. f. 1. Già era il sole inchinato al vespro, ed in gran parte il caldo diminuito.
Esempio: Fir. As. 125. Un lieve sonno allagò le stanche membra di quello oblío, che discaccia in buona parte le tante cure de' miseri mortali.
Definiz: §. XII. Da parte a parte, posto avverbialm. vale Da una banda all'altra.
Esempio: Sagg. nat. esp. 269. Parte ne trovammo graffiati, e storti, e parte sfondati da parte a parte.
Definiz: §. XIII. A parte, posto avverbialm. vale Separatamente, Di per se. Lat. separatim.
Esempio: Red. lett. 2. 21. Potrà far il favore di scrivermene lettera a parte per poterla in evento mostrare.
Definiz: §. XIV. A parte a parte, posto avverbialm. vale a Una parte per volta, Minutamente. Lat. particulatim. Gr. κατὰ μέρος.
Esempio: Bocc. nov. 98. 35. E che quello, che io dica, sia vero ec. riguardisi a parte a parte.
Esempio: Petr. son. 16. E m'è rimasa nel pensier la luce, Che m'arde, e strugge dentro a parte a parte.
Definiz: §. XV. Parte per parte, posto avverbialm. A una parte per volta.
Esempio: Disc. Calc. 32. Insino a quì mi pare assai sufficientemente aver parte per parte trattato degli ufizj di ciascuna sorta di campioni, e di tutti i modi, che danno al calcio la forma.
Esempio: Serd. stor. 4. 137. Il legname fu condotto su per lo Nilo al Cairo, e poi lavorato da maestri di nave, e messo insieme parte per parte fu condotto a Suez.
Definiz: §. XVI. La parte mia, o simili, posto avverbialm. vale Molto.
Esempio: Ar. Fur. 25. 22. Ben vo pel mondo anch'io la parte mia.
Definiz: §. XVII. Dar parte, vale Dar avviso, Dar notizia, Participare. Lat. certiorem facere.
Esempio: Red. lett. 2. 8. Sarò diligente in darne parte.
Esempio: E Red. lett. 289. Mi è parso necessario dar parte del tutto a V. sig.
Definiz: §. XVIII. Far parte, si usa in diversi significati, de' quali
v. FARE PARTE.
Definiz: §. XIX. Pigliare in buona, o mala parte, Tornare in buona, o mala parte, Recare, o simili in buona, o mala parte, vagliono Pigliare ec. in bene, o in male.
Esempio: Tratt. Virt. Card. Il male egli scusa, ed abbassa, appiccola le cose mezzane, e tutte le reca a bene, e torna a buona parte.
Esempio: Sen. ben. Varch. 1. 8. Il qual dono ti prego, qualunche si sia, che tu lo ripigli in buona parte.
Esempio: E Sen. ben. Varch. 5. 17. Piglia in buona parte tutto quello, che sarà o poco, o assai (il T. Lat. ha: boni consule)
Esempio: Salvin. disc. 1. 267. De' buoni, e caritatevoli avvertimenti presi in mala parte, e non in buon grado, disse un antico, ch'egli gli porgeva colla destra, l'altro colla sinistra prendevagli.
Definiz: §. XX. Porre da parte, vale Non far conto, Non far capitale. Lat. seponere. Gr. ἀποτιθέναι.
Esempio: Sen. ben. Varch. 4. 9. A questo devemo andar noi, posti da parte tutti i comodi nostri.
Definiz: §. XXI. Star da parte, vale Star da se, separato dagli altri. Lat. sepositum esse. Gr. ἀποτιθείς .
Esempio: Sen. ben. Varch. 3. 4. Quello, che di già è passato, si sta da parte fra le cose sicure.
Definiz: §. XXII. Tirar da parte, vale Tirare in disparte, Separare dagli altri.
Esempio: Bocc. nov. 69. 6. Tratto Pirro da parte, quanto seppe il meglio, l'ambasciata gli fece della sua donna.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0