Pagina d'entrata della Lessicografia della Crusca in rete

Cerca nel lemmario:

Vai direttamente a:

  1. Contenuti
  2. Menù di navigazione
  3. Dimensione dei caratteri

1) Dizion.4° Ed. .
PARDO
Voce completa

vol.3 pag.489


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
PARDO.
Definiz: Leopardo. Lat. leopardus. Gr. λεοπάρδαλις.
Esempio: Petr. son. 286. Intelletto veloce più che pardo, Pigro in antiveder i dolor tuoi.
Esempio: Dittam. 4. 11. Mi ragionò del cervo la natura, La vita, e la beltà della pantera, E quanto i pardi, e i tigri sono destri, Secondochè nel libro suo gli avvera.
Esempio: Malm. 2. 35. E rimessa la briglia al suo giannetto, Come un pardo saltovvi su di netto.

2000-2004 ACCADEMIA DELLA CRUSCA è vietato riprodurre senza autorizzazione testi e immagini

Valid XHTML 1.1! Valid CSS! Level AA conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0